PLATANO
(Platanus acerifolia L. 1753) Fam Platanacee


Il platano un grande albero che raggiunge facilmente i 30-40 m di altezza. Il fusto diritto, slanciato, cilindrico, con grossi rami incurvati ed espansi. La corteccia inconfondibile, infatti  dapprima verdognola, poi grigiastra e si sfalda tipicamente in grandi placche, sotto cui resta la nuova corteccia molto chiara, il tronco di conseguenza appare  chiazzato.
Le foglie sono palmato-lobate (tre, a volte cinque lobi) con seni molto aperti e lobi pi larghi che lunghi. La pagina superiore di colore verde lucido, mentre quella inferiore pi pallida.
I fiori sono molto piccoli, unisessuali, raccolti in un capolino globulare generalmente portato singolo su un lungo peduncolo.  Il platano una pianta monoica e i fiori di differente sesso sono portati su differenti peduncoli sullo stesso albero. I capolini maschili sono di colore rosso scuro, e quelli femminili verde chiaro con punti rossi.  L'impollinazione ad opera del vento.
I frutti sono degli acheni riuniti in infruttescenze globose e pendule. Ogni achenio ha la porzione apicale rotondegiante e concava, sormontati da un breve stilo. I frutti  rimangono sull'albero tutto l'inverno. All'inizio della primavera i capolini si sfaldano e liberano enormi quantit di semi


   


indietro  indice  avanti